Premiati i vincitori del Concorso Nazionale nel Settore Energia

Si è tenuta venerdì 18 maggio nella prestigiosa cornice di Palazzo Gromo Losa nel borgo storico del Piazzo la cerimonia di premiazione del XII concorso Nazionale del settore Energia promosso dalla Federazione Nazionale CNOS FAP. A primeggiare è stato Lorenzo Fioraso, di Bardolino, seguito al secondo posto da Matteo Ramondetti, di Vigliano. Terzo classificato è stato il vercellese Youssef Eddelloufi. «L’asticella era molto alta – commenta Ivano Camperi Segretario Nazionale del Settore Energia – ma i ragazzi sono stati bravissimi a gestire l’emozione realizzando impianti con un buono, in alcuni casi, ottimo livello di qualità. Raccontare poi a chi ha progettato e costruito le tecnologie impiegate nel concorso il lavoro realizzato è stato un ulteriore ostacolo che reso ancor più difficile il lavoro dei concorrenti ma che ha al contempo dimostrato le loro capacità e il livello della loro formazione». Alla premiazione di venerdì erano presenti il Direttore dell’Opera Salesiana Don Genesio Tarasco e il Direttore del Centro di Formazione Professionale di Muzzano e di Vigliano Biellese Roberto Battistella. La cerimonia è stata impreziosita dalla presenza di Sua Eccellenza il Prefetto di Biella Annunziata Gallo che con la consueta passione si è rivolta ai giovani spronandoli a crescere nella conoscenza consapevoli di come il lavoro sia elemento fondante la nostra convivenza civile. Altrettanto apprezzato e accolto con grande simpatia è stato l’intervento del Consigliere Regionale Vittorio Barazzotto il quale, dopo aver portato il saluto dell’Assessore Gianna Pentenero ha ricordato ai ragazzi come i giovani che oggi iniziano un percorso scolastico faranno un lavoro che probabilmente ancora non esiste ma la ricchezza della formazione professionale di qualità sta proprio nell’essere pronti a queste novità grazie anche al lavoro straordinario di CNOS FAP che coinvolgendo le imprese leader consente di essere pronti alle novità e alle sollecitazioni del mercato. Particolarmente gradito è stato il saluto del Sindaco di Biella Marco Cavicchioli che ha riflettuto sull’importanza dell’ambiente e dell’innovazione e del Sindaco di Muzzano Roberto Favario sempre vicino e presente alle attività del Centro di Muzzano. La cerimonia di premiazione è divenuta, dopo i saluti delle autorità una vera e propria “Lectio Magistralis” grazie agli interventi delle associazioni di categoria che hanno, dall’alto della loro esperienza, portato a riflettere sulle tendenze del mercato del lavoro e sulle qualità richieste ad un giovane che ambisca ad una occupazione di qualità. Sono stati questi i contenuti delle testimonianze di Giuliano Beduglio, in rappresentanza di CNA, e del Presidente di Confartigianato, Cristiano Gatti. Protagoniste sono state anche le imprese rappresentate dai loro vertici territoriali che hanno tenuto un vero e proprio seminario tematico nei settori loro propri. Per Bosch era presente Sandro Converso, Schneider Electric era rappresentata da Gianfranco Mereu, Giacomini Water E-Motion vedeva la presenza di Andrea Romponi, Calogero Sabatino ha rappresentato Grundofs mentre per il Gruppo IIS Istituto Italiano della Saldatura era presente Egidio Birello. Appassionati e ricchi di stimoli i loro interventi e straordinario il loro contributo come sottolineato dal Direttore Nazionale per l’Offerta Formativa di CNOS FAP, Don Pietro Mellano che ha più volte rimarcato l’importanza di queste collaborazioni e lo straordinario valore aggiunto dell’esperienza delle aziende anche dentro i percorsi formativi. A rendere speciale l’evento durato tutta la settimana è stato anche il contributo del territorio biellese. Lauretana ha infatti offerto l’acquee che ha accompagnato i ragazzi per tutta la settimana a pranzo e a cena e lungo la giornata. S.I.R.A. Srl Idrotermosanitari è stata partner tecnico insieme a Cizeta mentre il Caseificio Valle Elvo ha deliziato i palati degli ospiti durante il rinfresco conclusivo. Al termine della settimana è stata evidente la soddisfazione del Direttore Nazionale Don Mellano che ha espresso il compiacimento per l’esperienza annotando che “i nostri allievi, in questa occasione ma anche nelle normali attività di laboratorio hanno avuto la fortuna di lavorare con strumenti e apparecchiature che gli stessi operatori del settore potranno utilizzare nei prossimi mesi. Questa opportunità è fuor di dubbio un privilegio per questi ragazzi che sono arrivati alla fine del loro percorso formativo e che tra qualche settimana, dopo aver sostenuto l'esame finale, saranno pronti per affrontare il mondo del lavoro. Di questo” conclude Don Mellano “ dobbiamo essere grati alle imprese che operano al nostro fianco e ai nostri formatori che con un aggiornamento continuo consentono ai ragazzi che si affidano alla nostra formazione di acquisire competenze al passo con i tempi”. Si conclude così un’esperienza entusiasmante per la federazione CNOS FAP, per il Centro di Muzzano e per i giovani che hanno dato vita ad un concorso nazionale che rimarrà certo nella memoria del mondo salesiano. Un grazie di cuore al motore di questo momento: Ivano Camperi per l’abnegazione con cui accompagna, da mesi, questo evento che grazie alla sua passione e meticolosità ha raggiunto i risultati attesi. Un analogo encomio va espresso per i formatori di Vigliano e Muzzano Diego Bovolenta, attentissimo a seguire il percorso elettrico e Simone Contro, vero padrone di casa, che per una settimana ha vissuto a stretto contatto con i ragazzi moltiplicandosi per soddisfare le esigenze di ciascuno durante le prove e nei momenti di svago.
Be Sociable, Share!