GEBERIT è qui al centro di formazione professionale

GEBERIT è qui al centro di formazione professionale ad incontrare gli allievi del settore termoidraulico: un'altra importante Azienda che ha deciso di collaborare a livello formativo e non solo, con il nostro Centro di Formazione Professionale.



GEBERIT è un'azienda leader che opera a livello italiano ed internazionale nel settore di prodotti termo-sanitari. La rete di produzione comprende 29 impianti con 12.000 dipendenti in 50 paesi di cui 6 situati fuori Europa. Il gruppo ha sede a Rapperswil-Jona, in Svizzera. (https://www.geberit.it/home/) La giornata formativa, organizzata da Simone Contro, formatore e referente del settore termoidraulico, ha visto protagonisti il Sig. Carlo Cicchirillo ed il Sig. Stefano Pomè, tecnici esperti che oggi svolgono il ruolo di Funzionari di Vendita dell'importante azienda Svizzera che si sono dedicati alla formazione degli allievi. La mattinata è stata dedicata a fornire importanti nozioni tecniche e normative per la corretta posa degli impianti di scarico con un occhio di riguardo all'acustica di tali sistemi, spesso trascurata. Nel pomeriggio il Sig. Cicchirillo ed il Sig. Pomè hanno svolto una dimostrazione pratica sulle tipologie di cassette di risciacquo a marchio GEBERIT presenti sul mercato, permettendo agli allievi di eseguire anche operazioni di montaggio e smontaggio della componentistica presente all'interno nel nostro laboratorio già opportunamente attrezzato grazie anche al contributo che la stessa azienda ci ha concesso.
E' stato presentato il nuovissimo sistema brevettato da GEBERIT, FlowFit, destinato alla posa di tubazioni e raccorderia per multistrato. Anche in questo caso i ragazzi hanno potuto toccare con mano ed eseguire prove pratiche su questo nuovo particolare sistema di pressatura. Ringraziamo di cuore l'azienda GEBERIT, che oltre alla competenza, alla disponibilità ed alla capacità di coinvolgere i nostri allievi dimostrata dal Sig. Cicchirillo e dal Sig. Pomè, ha anche messo a disposizione una significativa dotazione di materiali utile alle esercitazioni che i futuri "termoidraulici" faranno nelle numerose ore di laboratorio.



Il loro intervento ha suscitato un forte entusiasmo ed un notevole interesse professionale da parte dei nostri allievi, che hanno verificato come il loro percorso formativo non si esaurisca solo nelle attività formative svolte con i formatori del nostro CFP, o nelle esercitazioni pratiche di laboratorio a cui partecipano o sui manuali tecnici a loro disposizione, ma trova corrispondenza nelle attività quotidiane in aziende di respiro internazionale come la GEBERIT, che credono fortemente nella formazione professionale e nella crescita professionale ed umana dei suoi allievi. E la prossima azienda quale sarà? Continuate a seguirci qui e sui social e lo scoprirete presto. Oppure iscrivetevi al CFP e lo potrete toccare con mano.

 

DAL 4 AL 25 GENNAIO APERTE LE ISCRIZIONI PER L’ANNO FORMATIVO 2021/22

Dalle ore 8 di lunedì 4 gennaio 2021, fino alle ore 20 di lunedì 25 gennaio è possibile per le famiglie dei ragazzi e delle ragazze iscritti alla terza media effettuare l’iscrizione dei propri figli ai corsi di istruzione e formazione professionale o ai percorsi scolastici per l’anno formativo 2021-22.
Per effettuare l’iscrizione è necessario collegarsi al sito www.istruzione.it/iscrizionionline/ ed effettuare l'iscrizione. Prima di poter effettuare l’iscrizione è necessario registrarsi, seguendo le istruzioni riportate.
Segnaliamo alle famiglie intenzionate ad iscrivere i propri figli presso il nostro Centro di Formazione Professionale che il codice meccanografico è il seguente: BICF00100Q
I percorsi ai quali è possibile iscriversi sono i seguenti:
- Operatore Meccanico: lavorazione meccanica, per asportazione e deformazione - Operatore Elettrico:Installazione di impianti elettrici civili e industriali e del terziario - Operatore di impianti termoidraulici - Operatore del Benessere: erogazione di trattamenti di acconciatura
Ricordiamo che è obbligatorio indicare come seconda o terza scelta opzionale una scuola superiore. Le famiglie che avessero necessità di un computer connesso ad internet e/o di un supporto tecnico per effettuare l’iscrizione possono recarsi presso il nostro Centro, previo appuntamento da concordare telefonando al numero 0158129207
Segnaliamo che in caso di iscrizioni in eccedenza, i candidati verranno accettati secondo le seguenti priorità:
  1. ETÀ ANAGRAFICA: nati dal 1 gennaio 2007 con percorso regolare di studi.
  2. CONTATTO DELLA FAMIGLIA CON IL CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE: colloquio con il Direttore e accettazione del ‘Progetto educativo’.
  3. DISTANZA GEOGRAFICA DAL CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE: priorità a chi abita più vicino e ha facilità nel raggiungimento della sede con i trasporti pubblici.
Per gli allievi con disabilità sono disponibili tre posti per ogni corso.
LA CERTIFICAZIONE AGGIORNATA deve essere consegnata in segreteria con il certificato di idoneità al lavoro nel laboratorio specifico del corso, entro il termine ministeriale di accettazione della domanda di iscrizione. In caso di eccedenza di richieste rispetto ai posti disponibili valgono i criteri di cui sopra.

Open day. Aperte le porte del Centro aperte le braccia per accogliere i nuovi allievi.

Open day: aperte le porte del Centro, aperte le braccia per accogliere i nuovi allievi.
Due date: 5 dicembre 2020 e 9 gennaio 2021.
Dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18.
Quattro corsi, di cui scaricare il volantino con tutte le informazioni cliccando sul corso che interessa ( o su tutti e tre!)

UN SOLO CODICE BICF00100Q
DUE GRANDI CERTEZZE:
Essere accolti con gioia ed essere accompagnati a crescere.
Avere una possibilità concreta di un lavoro.
Venite in Via Libertà 13 a Vigliano Biellese
Telefonateci al numero 0158129207
Scriveteci a segreteria.vigliano@cnosfap.net
Visitate il nostro sito http://vigliano.cnosfap.net
seguiteci su FB https://www.facebook.com/cnosfapvigliano

 

Formazione professionale e dialogo con l’impresa. Tiemme Raccorderie incontra i giovani studenti Termoidraulici.

Tiemme Raccorderie incontra i giovani studenti Termoidraulici.
Giovedì 15 ottobre si è tenuta presso la sede CNOS-FAP di Vigliano Biellese una giornata di formazione con esperti dell'azienda “Tiemme Raccorderie”, importante realtà italiana e leader internazionale nel settore della produzione e commercializzazione di prodotti idrotermosanitari.
Tiemme Raccorderie vanta una decennale esperienza nella produzione di materiali che vanno dalla raccorderia al valvolame fino ai componenti per le centrali termiche ed impianti solari, passando per la gestione climatica degli edifici. Gli allievi delle tre annualità del settore termoidraulico hanno potuto fruire del tempo messo a disposizione da parte di due responsabili della Tiemme. I ragazzi, seguiti dai formatori Simone Contro, Fabio Coppo e Corrado Viana hanno partecipato con interesse all'iniziativa. Particolarmente apprezzata è stata la preparazione e la disponibilità di Alberto Consoli e Roberto Sigurtà che hanno fornito informazioni importanti di settore legate dapprima agli impianti idrosanitari e successivamente, alla gestione climatica di impianti ed edifici.
La giornata, dopo la sessione mattutina, è proseguita nel pomeriggio con una dimostrazione pratica legata ai sistemi utilizzati in ambito termoidraulico per l’unione di raccordi e tubo.
Durante la dimostrazione pomeridiana ogni allievo ha toccato con mano, con grande entusiasmo, ciò che probabilmente sarà il proprio futuro e che, grazie al materiale e alle attrezzature messe a disposizione dall’azienda Tiemme, é e sarà la realtà del settore presente sul mercato.

Particolarmente apprezzata è stata anche la presenza del Sig. Currado Bruno, figura con larga esperienza che collabora da sempre con l'azienda Tiemme. Il referente regionale del settore energia di CNOS-FAP Regione Piemonte e formatore a Vigliano Simone Contro rivolge "un ringraziamento particolare da parte di tutto il Centro all'azienda Tiemme Raccorderie che" ricorda Contro, "oltre alla competenza dei suoi dipendenti, ha anche messo a disposizione attrezzature e materiale destinato ai nostri allievi". In modo particolarissimo conclude Contro "Un grazie speciale ad Alberto Consoli, Roberto Sigurtà ed il Sig. Currado con cui abbiamo pianificato e organizzato questa giornata".
La formazione professionale è da sempre attenta al costante dialogo con il mondo dell'impresa e certamente la collaborazione con questa importante azienda proseguirà, permettendo ai ragazzi del Centro di confrontarsi sempre di più con il mondo del lavoro e le eccellenze presenti nel nostro Paese.



 


Formazione professionale per disoccupati. Si riparte.

In attesa dell'approvazione ufficiale dei corsi di formazione professionale per disoccupati da parte della Regione Piemonte, ecco il piano corsi offerto dal centro di Vigliano Biellese.
Tutti i percorsi formativi sono finanziati dalla Regione Piemonte - Fondo sociale Europeo POR FSE 2014-2020
Manutentore meccatronico di impianti automatizzati 500 ore di cui 200 di stage
Operatore specializzato import-export 600 ore di cui 240 di stage
Addetto alle macchine utensili a controllo numerico: 600 ore di cui 240 di stage
Addetto magazzino e logistica: 500 ore di cui 200 di stage
Preparazione al lavoro - Lattoneria - Carpenteria: 800 ore di cui 240 di stage
Se vuoi ricevere in anteprima le informazioni in merito ai nuovi corsi iscriviti alla newsletter in alto a destra o comunicaci il tuo indirizzo di posta elettronica mandando una mail a info.vigliano@cnosfap.net.
L’iscrizione non è vincolante, potrai cancellarti in qualsiasi momento

L'offerta formativa per i giovani e gli adulti disoccupati


La nave è partita! Termoidraulici in navigazione (sicura).

E così la nave è partita. Il porto è alle spalle e il mare ci attende! La ciurma dei termoidraulici del primo anno sapientemente guidata dai capitani di vascello Simone Contro, Fabio Coppo e Corrado Viana (in rigoroso ordine alfabetico) ha avviato la navigazione.
Mascherine, distanziamento, scarpe antinfortunistiche, dotazioni di sicurezza, mancano solo le divise che i nostri valorosi termoidraulici riceveranno nei prossimi gioni. Per ora si prende confidenza con il laboratorio, gli strumenti di lavoro e i materiali pronti a misurarsi con l'arte di un mestiere interessante.
Nei prossimi giorni daremo spazio agli altri corsi! Per ora Buona navigazione a tutti!

Ultimo fine settimana distanti. Siamo pronti ragazzi! Vi aspettiamo!

LE COSE CHE VORREI CHE IMPARASSI

Testo liberamente tratto da “Le cose che vorrei averti insegnato” di Federica Garzetti, professoressa trentina

 

Vorrei che imparassi che la vita vale

Vorrei che imparassi che a riflettere non può essere soltanto lo specchio

Vorrei che imparassi che il senno conta più del seno

Vorrei che imparassi che essere ragionevoli è più importante che avere ragione.

Vorrei che imparassi che la dignità non muore con una brutta figura

Vorrei che imparassi che non si può sempre rimediare, ma sempre ci si può provare

Vorrei che imparassi a chiedere scusa

Vorrei che imparassi che la Verità rende liberi

Vorrei che imparassi a togliere le maschere

Vorrei che imparassi che il rispetto viene dal rispetto

Vorrei che imparassi a guardare avanti e a vedere oltre il vostro naso

Vorrei che imparassi che la fatica è la misura della bellezza

Vorrei che imparassi a dire sì e a dire no

Vorrei che imparassi che non è tutto bianco o nero: anche il grigio è interessante e se non altro è di moda…

Vorrei che imparassi che amare non significa essere d’accordo su tutto: l’amore non annulla, moltiplica

Vorrei che imparassi che non amare non può mai diventare ferire o distruggere

Vorrei che imparassi a risparmiarvi il peso di odiare

Vorrei che imparassi a stare insieme, ma non per paura

Vorrei che imparassi a chiedere aiuto, una carezza e che il dolore finisce

Vorrei che imparassi a difendere l’umanità che c’è in voi, anche nel peggiore dei giorni

Vorrei che imparassi che la giustizia non è mai vendetta

Vorrei che imparassi che le parole sono un’arma potente

Vorrei che imparassi l’opportunità del silenzio

Vorrei che imparassi che l’ironia salva la vita

Vorrei che imparassi il pericolo dell’ignoranza, l’energia del sapere

Vorrei che imparassi l’umiltà

Vorrei che imparassi a camminare a testa alta, ma senza calpestare nessuno

Vorrei che imparassi a cambiare le cose e poi a cambiarle ancora. E ancora.

Vorrei che imparassi a correre, ma a fermarvi in tempo

Vorrei che imparassi a non confondere felicità e facilità

Vorrei che imparassi a imparare, costasse anni e fallimenti

Vorrei che imparassi a lasciare un segno

Vorrei che imparassi a “leggere dentro”: le cose, le persone, le situazioni

Vorrei che imparassi a perdere tempo ma a non sprecarlo

Vorrei che imparassi la follia responsabile

Vorrei che imparassi a praticare gentilezza, gratitudine e la terapia degli abbracci

Vorrei che imparassi a ridere: spesso. Fortissimo. A lungo.

Vorrei che sapessi ci proverò ad insegnarti tutto questo….v

Ma cosa succederà a scuola?

In questi giorni la domanda inquieta un po' famiglie, allievi e anche i formatori. Come andranno le cose quest'anno? Come si entrerà a scuola? E gli intervalli? Proviamo a fare chiarezza. INGRESSO: Dalle 7.30 il cancello pedonale sarà aperto, quello carraio lo sarà dalle 8.00. Gli allievi dovranno presentarsi al Centro muniti di mascherina. Tutti i giorni ai cancelli sarà posizionato un gazebo dove un incaricato procederà alla misurazione della temperatura e consegnerà a ciascun allievo una mascherina chirurgica. Nel caso in cui la temperatura risultasse superiore a 37,5°C la misurazione verrà ripetuta e se l'allievo dovesse permanere febbricitante non potrà essere ammesso alle lezioni. Verrà condotto, dopo l'ingresso di tutti gli allievi, nell'aula COVID dove attenderà un genitore che nel frattempo sarà avvisato ed invitato a recarsi a scuola per riaccompagnare il figlio a casa. Superato il gazebo gli allievi indosseranno la mascherina loro consegnata e provvederanno a custodire la propria che dovranno riutilizzare all'uscita dalle lezioni. ACCESSO ALLE AULE: Avuto accesso alle pertinenze del Centro gli allievi avranno cura di espletare tutte le formalità a loro riferite (mensa e giustificaioni) entro le ore 8.15. Al suono della campanella si recheranno nei luoghi indicati nel cortile del Centro o nei saloni dove,  terra vedranno tracciate le aree destinate ai singoli corsi. A terra gli allievi troveranno dei "circoli colorati" su cui dovranno stazionare in attesa delle indicazioni che quotidianamente verranno fornite. I punti di stazionamento sono stati posizionati per garantire il distanziamento, pertanto gli allievi dovranno mantenere la posizione fino a quando l'incaricato non darà le indicazioni del caso avendo cura di tenere sul volto la mascherina. AVVIO ATTIVITA' DIDATTICHE: Quando l'incaricato avrà dato indicazioni, gli allievi, preceduti dall'insegnate, in fila indiana, rispettando il lato destro dei corridoi e delle scale raggiungeranno le rispettive aule facendovi ingresso ordinatamente.  Ciascun allievo si siederà al proprio posto e prenderà dallo zaino il necessario per la lezione, il libretto e la penna mantenendo la mascherina sul volto. Su invito dell'insegnante ciascun allievo, ordinatamente, con la propria penna si recherà alla cattedra per la firma. Prima di scrivere il proprio nome e cognome sul registro ciascun allievo di igienizzerà le mani. A quel punto firmerà e tornerà al banco sempre munito di mascherina sul volto. Quando tutti gli allievi avranno firmato, le mascherine, potranno essere abbassate e la lezione potrà avere inizio. Nel caso in cui gli allievi dovessero muoversi dal proprio banco dovranno farlo avendo cura di indossare correttamente la mascherina previa autorizzazione dell'insegnante. INTERVALLI: Gli intervalli si svolgeranno in classe e gli allievi saranno assistiti da un insegnante. Potranno consumare cibi o acqua e potranno anche alzarsi dal proprio posto. Durante l'intervallo, proprio perchè gli allievi potranno alzarsi, sarà necessario che indossino correttamente la mascherina. Durante l'intervallo sarà possibile per gli allievi recarsi al bagno o svagarsi nel rispetto delle regole del Centro. Le lezioni pomeridiane si svolgeranno con le stesse regole di quelle diurne e con le stesse cautele. ESODO: L'uscita da scuola avverrà avendo cura di svolgersi ordinatamente, corso per corso, sotto la guida dell'insegnante percorrendo gli spazi mantenendo il lato destro. Varcata la porta del Centro gli allievi getteranno negli appositi bidoni dei rifiuti le mascherine consegnate la mattina per indossare nuovamente quelle con cui si sono recati al Centro la mattina. C'è una regola che vale sempre, soprattutto oggi: PRUDENZA. Se saremo prudenti, se collaboreremo, se saremo responsabili, se rispetteremo le regole che il Centro ha formulato e che la scienza suggerisce sapremo superare anche questa sfida. Ci muoviamo su un terreno noto a nessuno e proprio per questo interpella ciascuno di noi. Iniziamo allora questo anno sapendo che non sarà come quelli passati e ci auguriamo non sia come quelli futuri. Paradossalmente proprio ora che siamo chiamati a "restare distanti", per venirne fuori, dovremo essere un po' più "uniti", responsabili gli uni degli altri, attenti e solidali. Ecco: la scuola quest'anno ci darà più che in altre occasioni, l'opportunità di diventare grandi!

Buona sera a tutti. Noi siamo la scuola dei vostri figli.

Sono iniziati più o meno così gli incontri che si sono tenuti in questi giorni e a cui sono stati invitati i genitori degli allievi iscritti ai primi anni al CNOS FAP di Vigliano Biellese.
I genitori dei futuri Meccanici, Elettricisti, Termoidraulici, Acconciatori e Saldocarpentieri sono stati accolti dai responsabili dell'Opera Salesiana e del Centro di Formazione per ricevere tutte le informazioni necessarie per l'avvio dell'anno formativo.
Raccolta di dati, la firma su qualche documento, il ripasso del regolamento, l'assicurazione attraverso l'esperienza che tutto è pronto per accogliere allievi e allieve sono stati i temi delle serate che ogni anno animano l'inizio del percorso formativo.
Quest'anno inevitabilmente la curiosità era tutta volta alla gestione dei protocolli covid comuni a tutte le scuole di ogni ordine e grado e dunque per molti genitori con figli in altre scuole non ci sono state grandi sorprese. Molti genitori sono ormai avvezzi a parole come "distanza sociale", "ingressi scaglionati", "mascherine chirurgiche", "rime buccali" ma il ripasso della "lezione" è servito a ciascuno per essere pronti a quanto accadrà dal 21 settembre, giorno in cui gli allievi del primo anno faranno ingresso al Centro di Formazione che li accoglierà per tre anni.
Proseguono intanto in questi giorni i lavori di allestimento delle aule e dei laboratori. Tutto il centro è in fermento per consentire un avvio in assolta sicurezza.
Tutte le classi sono pronte, i percorsi sono segnati, le vie di entrata, uscita, le postazioni per il rilevamento della temperatura, le mascherine per i docenti, le colonnine per il disinfettante, la segnaletica plastificata, insomma tutto quanto è necessario per avere sotto controllo quello che può essere tenuto sotto controllo. Per tutto il resto occorre prudenza e responsabilità, quella a cui tutti, genitori e docenti, sono stati richiamati.
   

Parlano di noi su NEWSBIELLA

Riportiamo l'articolo pubblicato l'8 settembre da NEWSBIELLA, il giornale online del biellese, che descrive cosa succede nel nostro Centro di Formazione Professionale alla vigilia dell'inizio del nuovo anno formativo.
Giornate intense quelle di questo inizio settembre al CNOS FAP di Vigliano Biellese. Il Centro di Formazione dei Salesiani è in fermento per l'avvio dei corsi. Accanto agli allievi che si stanno diligentemente presentando presso la scuola di Via Libertà a Vigliano per i corsi di recupero, sono numerosi i giovani che vi entrano per inserirsi al secondo anno provenendo da altri percorsi scolastici.
Sono molti anche quest'anno i giovani biellesi che hanno scelto un mestiere per la loro vita. Elettricisti, Termoidraulici, Meccanici, Acconciatori, sono sempre numerosi i ragazzi che scorgono nella Formazione Professionale uno strumento utile per inserirsi nel mondo del lavoro. Tra qualche giorno, il 21 settembre saranno i primi anni a partire. Il giorno seguente toccherà ai secondi anni mentre dal 24 saranno gli allievi del terzo anno a fare ritorno tra i banchi di scuola e nei laboratori.
Per l'avvio del corso di Diploma Professionale occorrerà attendere ancora qualche giorno ma dai primi giorni di ottobre anche gli allievi che hanno già ottenuto la qualifica potranno ripartire alla volta del Diploma Professionale Tecnico per la conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati. Se nei primi anni il corso per Termoidraulici ha ancora qualche posto a disposizione, i secondi anni hanno registrato molto interesse.
Sono infatti cinque gli allievi che hanno chiesto di inserirsi nel secondo anno del corso per Termoidraulici, due quelli che hanno scelto di diventare elettricisti dopo che lo scorso anno avevano scelto altri percorsi, quattro sono i giovani che hanno deciso di diventare meccanici e altrettanti sono quelli che dopo aver scelto un percorso differente hanno deciso di diventare acconciatori.
Numerosi i ragazzi e le ragazzi che hanno scelto, dopo le scuole medie, di diventare meccanici. La tradizione viglianese trova ormai le sue radici nei decenni passati ed è garanzia di un futuro professionale garantito.
Sempre tanti sono le ragazze e i ragazzi che anche quest'anno hanno deciso, "da grandi", di fare l'acconciatore. Quello del benessere è in effetti un settore che negli ultimi anno non ha conosciuto particolari crisi. Un buon numero di giovani conferma come il settore elettrico continua a riscuotere grande interesse.
Il mondo della domotica, dell'impiantistica, dell'automazione sono un richiamo per la curiosità e l'interesse di molti giovani. Di tutti i percorsi formativi per i giovani biellesi il solo corso per Operatore di Impianti Termoidraulici ha ancora alcuni posti disponibili sebbene un buon numero di ragazzi abbiamo scelto questo indirizzo come ambito per sperimentarsi e per progettare il proprio futuro. Interessanti le prospettive occupazionali per coloro che sceglieranno questo percorso.
I qualificati degli scorsi anni infatti hanno in larghissima misura trovato un'occupazione immediata e coerente. Il mondo del risparmio energetico, delle nuove tecnologie, del "green", rappresentano un'interessante opportunità per una economia bisognosa di nuovo ossigeno.
Insieme ai corsi di durata triennale tra pochi giorni si apriranno le porte anche agli allievi che avendo frequentato un anno di scuola superiore hanno scelto di raggiungere la qualifica grazie ad un percorso di durata biennale.
In questo caso l'ambito di riferimento è la saldocarpenteria e anche questo percorso è in grado di accogliere ancora alcuni allievi.
In un contesto economico che sta cambiando la Formazione Professionale continua ad essere promessa ragionevole per un futuro sicuro ma è al contempo certezza di un presente attento. I laboratori, ampi e aerabiti consentono adeguato distanziamento, le aule anch'esse confortevoli e ampie permettono una disposizione rispettosa delle norme, gli spazi di pertinenza del Centro garantiscono movimenti in assoluta sicurezza.
Scegliere la formazione professionale significa dunque scegliere sicurezza nell'immediato e per il futuro anche grazie allo sportello di Servizi al Lavoro che si occuperà durante il percorso formativo di organizzare la fase di tirocinio e stage e dopo la qualifica di accompagnare all'inserimento nel mondo del lavoro. La segreteria e lo sportello orientamento del centro CNOS FAP di Vigliano sono a disposizione per informazioni ed iscrizioni.