A Vigliano si parla di “frigoria” con Project Center di Gaglianico.

Si è appena concluso il modulo di frigoria organizzato in collaborazione con l'Azienda locale Project Center di Gaglianico, realtà locale e non solo, leader da oltre 30 anni nel settore degli impianti per la ristorazione collettiva e della refrigerazione industriale. Project Center si occupa di fornire soluzioni, progettazione, vendita e assistenza tecnica. Destinato agli allievi della terza annualità del percorso termoidraulico ed elettrico, il corso aveva come obiettivo di formare gli allievi nell'ambito importante degli impianti di refrigerazione civile ed industriale (ciclo del freddo), condizionamento e sulle nuove tecnologie per la climatizzazione dei locali (nello specifico pompe di calore e caldaie ibride).
Il modulo si è sviluppato nei mesi di novembre, dicembre e gennaio, con cadenza settimanale.
Il titolare dell'azienda Project Center, Morgan Cabbia, ha erogato contenuti teorici e pratici con professionalità e passione, ponendo le basi per rendere i nostri allievi autonomi nell'installazione e nella manutenzione degli impianti legati alla frigoria, destando interesse e curiosità.
La collaborazione tra il nostro Centro di Formaizone e Project Center proseguirà nei prossimi mesi con l'erogazione di un percorso di alta formazione destinato a formatori teorici/pratici coinvolti nella formazione professionale.

Indicazioni per le iscrizioni per l’anno formativo 2022-2023

Le domande di iscrizione all’anno scolastico 2022/2023 possono essere presentate dal 4 gennaio 2022 al 28 gennaio 2022. Le iscrizioni alle classi iniziali dei corsi di studio si effettuano on line dalle ore 8:00 del giorno 4 gennaio 2022 alle ore 20:00 del 28 gennaio 2022. I genitori e gli esercenti la responsabilità genitoriale (affidatari, tutori) accedono al sistema “Iscrizioni on line”, disponibile sul portale del Ministero dell’Istruzione www.istruzione.it/iscrizionionline/ utilizzando le credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), CIE (Carta di identità elettronica) o eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature) già a partire dalle ore 9:00 del 20 dicembre 2021. Ricordiamo che è obbligatorio indicare una scuola superiore come scelta opzionale e che è opportuno fare una seconda scelta in un altro CFP vicino. Segnaliamo che in caso di iscrizioni in eccedenza, i candidati verranno accettati secondo le seguenti priorità: 1) ETÀ ANAGRAFICA: nati dal 1 gennaio 2008 con percorso regolare di studi; 2) CONTATTO DELLA FAMIGLIA CON IL CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE: colloquio con il Direttore/Responsabile o passaggio registrato presso il CFP e accettazione del ‘Progetto educativo’; 3) DISTANZA GEOGRAFICA DAL CENTRO FORMAZIONE PROFESSIONALE: priorità a chi abita più vicino. Per gli allievi con debito di funzionamento lieve (disabilità lieve) occorre consegnare in segreteria la CERTIFICAZIONE AGGIORNATA con la dichiarazione di idoneità al lavoro nel laboratorio specifico per l'indirizzo scelto entro il termine ministeriale di accettazione della domanda. La domanda sarà considerata non valida in caso di dichiarazione mendace rispetto alla disabilità».

Chiusura periodo Natalizio

Si comunica che il Centro e lo Sportello Servizi al Lavoro saranno chiusi da giovedì 23 dicembre a domanica 9 gennaio. Si riapre lunedì 10 gennaio 2022. Cogliamo l'occasione per formaulare a tutti i migliori auguri di un Santo Natale e di un Sereno Anno Nuovo

GEBERIT torna al CNOS FAP di Vigliano per una giornata di formazione agli allievi del corso per Termoidraulici.

Nella giornata di lunedì 6 dicembre, presso la sede CNOS FAP di Vigliano Biellese, si è tenuto un nuovo momento di formazione e confronto con i funzionari GEBERIT, notossima azienda leader nel settore termoidraulico.

Durante la mattinata, Carlo Cicchirillo e Stefano Pomè responsabili di Geberit per il Piemonte, hanno incontrato i nostri allievi affrontando temi specifici relativi alla formazione tecnica soffermandosi su alcuni aspetti teorici essenziali per una corretta installazione degli impianti di scarico. Sono stati apporfonditi poi i temi del dimensionamento e della corretta posa delle tubazioni. I realtori hanno saputo attirare l'attenzione dei ragazzi con professionalità, esempi pratici, slide esplicative e la giusta simpatia che ha permesso agli allievi di partecipare attivamente alla giornata.
Nel pomeriggio, presso il laboratorio termoidraulico del Centro, si è svolta una dimostrazione pratica. Carlo e Stefano, oltre a fornire importanti nozioni tecniche, hanno coinvolto i ragazzi permettendo loro di eseguire operazioni di smontaggio e montaggio dei meccanismi interni delle cassette di risciacquo ad incasso, inoltre è stata presentato il nuovo sistema di pressatura per tubo multistrato "FlowFit" che nei primi mesi del 2022 farà il suo ingresso nel mercato italiano.
Non possiamo far altro che ringraziare GEBERIT nelle persone di Carlo Cicchirillo e Stefano Pomè, che con professionalità e competenza hanno coinvolto i ragazzi in un aspetto fondamentale dell'attività lavorativa che è proprio la formazione continua e costante degli operatori. Anche e soprattutto qui CNOS FAP c'è!

CORSI PER LA SALUTE E LA SICUREZZA

Ecco il piano corsi del CNOS FAP di Vigliano relativi a Salute e Sicurezza:
- Aggiornamento alla salute e sicurezza per lavoratori (6 ore) - 45 € + iva 28/01/2022
- Formazione generale alla salute e sicurezza per i lavoratori (4 ore) - 35 € + iva - 28/01/2022
- Formazione specifica alla salute e sicurezza per i lavoratori - rischio basso (4 ore) - 35 € + iva 28/01/2022
- Formazione specifica alla salute e sicurezza per i lavoratori - rischio medio (8 ore) - 55 € + iva 28/01/2022 - 04/02/2022 (ogni lezione avrà durata di 4 ore)
- Formazione specifica alla salute e sicurezza per i lavoratori - rischio alto (12 ore) - 75 € + iva 28/01/2022 - 04/02/2022 (una lezione avrà durata di 4 ore e una di 8)
Per informazioni contattate la nostra segreteria!

Porte aperte al CNOS FAP di Vigliano Biellese.

Si parte sabato 20 novembre dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18,00 e si replica sabato 11 dicembre e sabato 15 gennaio.


In questi tre momenti le porte del nostro Centro si apriranno ai ragazzi e alle famiglie che nelle prossime settiane saranno impegnati nella scelta della scuola superiore.
Ragazzi e famiglie saranno accolti dai nostri formatori e dai nostri allievi che illustreranno loro i contenuti e le modalità dei percorsi formativi.
Ricordiamo che i corsi di formazione professionale sono finanziati dal Fondo Sociale Europeo, dalla Regione Piemonte e dal Ministero dell'Istruzione e a tutti gli effetti assolvono l'obbligo scolastio dei nostri figli. Dopo il terzo anno gli allievi potranno seguire un quarto anno che li porterà all'ottenimento del diploma professionale ovvero potranno rientrare nei percorsi di istruzione o inserirsi nel mondo del lavoro.
Per partecipare agli open day è necessaria la prenotazione e il possesso del Green Pass. Per info e prenotazioni contattateci:
Via Libertà, 13
Tel. 015.81.29.207
segreteria.vigliano@cnosfap.net
 

Corsi per adulti disoccupati. AFFRETTATEVI.

Sei disoccupato?
Cerchi lavoro?
Chiamaci e clicca più sotto:
TECNICO DELLA BIOEDILIZIA - IMPIANTI
ADDETTO ALLE MACCHINE UTENSILI A CONTROLLO NUMERICO
MANUTENTORE MECCATRONICO DI IMPIANTI AUTOMATIZZATI

Buona pensione Luigi! Il saluto del CNOS-FAP di Vigliano a Luigi Rizzo.

Ci sono giorni diversi, che segnano la storia personale e anche quella del luogo dove si è operato. Ieri per Luigi Rizzo è stato uno di questi giorni. Alle 17.00 il passaggio del badge ha comportato un suono diverso, quello del GRAZIE! Luigi dopo anni di educazione, non di istruzione, non di formazione, non di addestramento, ma di vera e propria educazione, ha salutato i suoi colleghi, ha riordinato la sua postazione, ha lasciato il portone dietro di sè e ha iniziato una tappa nuova. Da ciclista qual è Luigi sa che di salite ne ha superate, il trasloco da Muzzano, i nuovi corsi, l'incarico di RAQ, quello di RSPP, quello di referente corso, quello di educatore esperto ed ha sempre superato queste salite con il suo fare di uomo serio, non serioso, non imbronciato ma "fedele", oggi diremmo "professionale". Dove professionale non significa senza anima. Luigi metteva la sua anima anche dentro ciò che è apparentemente arido come il Sistema Qualità. Dietro un modello, dentro una procedura, c'era sempre la possibilità di "servire" le persone che erano a lui e ai suoi colleghi affidati. Maestro irraggiungibile nel settore meccanico senza alzare mai la voce attirava l'attenzione e il profondo rispetto dei suoi allievi e dei suoi colleghi. Quanti ragazzi Luigi hai incontrato in questi anni, quante famiglie, quanti colleghi? Di ciascuno porti un ricordo, ciascuno porta un ricordo di te. Ora inizia questa tappa in cui le salite saranno diverse, il tempo della tappa non sarà scandito da una campanella ma da albe, tramonti e orizzonti che ti auguriamo accompagnino il tuo desiderio di sapere, di capire, di conoscere, la tua curiosità rispetto a tutta la realtà. Lo diciamo spesso Luigi: "Il Cuore non è dove batte ma è dove Ama". Ti aspettiamo sempre sapendo che sei sempre il nostro "collega" e il nostro "RAQ". Buona pensione Luigi, Buona vita insieme a chi abita il tuo cuore.

Making Stories: le stagioni di una città creativa – la conferenza stampa

Riportiamo l'articolo di Silvia Cartotto pubblicato sul sito di CNA Biella.

  Venerdì 22 ottobre, presso Palazzo Lamarmora al Piazzo, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del progetto “Making Stories – le stagioni di una città creativa”, organizzato dal nostro Gruppo Giovani Imprenditori.

La conferenza stampa

Ha aperto la serata il Direttore Luca Guzzo, raccontando come tutto ha avuto inizio, proprio mentre iniziava la pandemia a marzo 2020, con le prime riunioni del gruppo operativo composto da Ted Martin Consoli, Matteo Buranello, Valentina Masserano e Stefania Nicolo, a cui poi sono subentrati Alessio Guarnieri, Jennifer Bruson e Samuel Mander.
Ha dato il benvenuto all’Assessora al commercio e sviluppo economico del Comune di Biella Barbara Greggio, al Direttore della Fondazione Cassa di Risparmio Andrea Quaregna e a Delio Zanzottera, Segretario regionale CNA Piemonte.
Gionata Pirali, Presidente CNA Biella, nei suoi saluti ha ricordato quanto sia orgoglioso del percorso fatto e iniziato dal Gruppo Giovani nel 2017: prima erano quasi sconosciuti, oggi sono presenti e riconosciuti sul territorio.
A questo punto due rappresentanti del gruppo, Matteo Buranello e Valentina Masserano, hanno presentato il vero e proprio progetto, partito da un’idea semplice ma ambiziosa: far confluire la creatività di soggetti differenti all’interno della stessa comunità.

Il progetto

Il progetto si propone di realizzare opere d’arte e d’artigianato che raccontino al mondo la nostra terra. Si tratta di installazioni artistiche realizzate con la sinergia di scuole, imprese tradizionali e digitali, artisti, artigiani e makers. Sarà un percorso interattivo e itinerante tra le stagioni e il territorio.
In un’ottica di condivisione concettuale e produttiva, questi attori partecipanti – coordinati dal Gruppo Giovani Imprenditori – scriveranno un racconto organico del nostro territorio con il filtro tematico delle quattro stagioni.
Questo racconto sarà composto da quattro installazioni artistiche realizzate rispettivamente da quattro team di lavoro, ognuno composto da: artigianato, mondo della formazione, settore digital e comunicazione (ICT) e ambito artistico.
I quattro progetti artistici realizzati vedranno la luce in un evento espositivo che avrà luogo al termine dell’estate 2022. L’allestimento vedrà le quattro installazioni inserite in un percorso multimediale e multisensoriale, in cui lo spettatore si troverà a viaggiare attraverso il nostro territorio e le stagioni.
Le quattro squadre di lavoro saranno supervisionate e coordinate da Roberta Toscano e FabLab Biella. La prima, artista visiva torinese che ben conosce il territorio biellese, seguirà tutto il percorso di concept ed elaborazione e, con l’intermediazione dell’Accademia delle Belle Arti di Torino, coinvolgerà nelle prime fasi altri artisti che porteranno agli studenti biellesi la loro esperienza. Unitamente al contributo di Roberta Toscano, agli incontri progettuali parteciperanno anche le artiste Paola Zorzi, Mirela Strora, Ornella Rovera, Silvia Beccaria e l’artista Armando Riva.
Il secondo, FabLab Biella, opera sul territorio dal 2014 e si occupa di diffondere una nuova visione che sappia integrare la tecnologia a supporto dell’apprendimento e l’artigianalità in continuità con la tradizione manifatturiera del territorio: per l’occasione metterà a disposizione i suoi strumenti tecnologici e le competenze tecniche sia in fase di elaborazione delle idee progettuali che successivamente in quella di realizzazione.

Le squadre

Primavera Scuola: Istituto Istruzione Superiore “Gae Aulenti” di Biella, con una selezione di studenti del settore alimentare e cucina.
Impresa: Pasticceria Pavesi di Ponderano.
Estate
Scuola: Istituto Istruzione Superiore “Eugenio Bona” di Biella, con una selezione di studenti provenienti dagli indirizzi turistico e sociale.
Imprese: Gioielleria Valdani e Gioielleria Valdoram di Biella.
Autunno
Scuola: CNOSFAP Centro di formazione professionale di Vigliano Biellese, con una selezione di studenti di ambiti di studio differenti.
Imprese: Idro – Gas di Capellaro Siletti Claudio e Fabio snc di Andorno MIcca e Cooperativa Edilcasa di Biella.
Inverno
Scuola: TAM Istituto Tecnico Superiore di Biella, con una selezione di studenti di ambito tessile, abbigliamento e moda.
Imprese (con la collaborazione del Gruppo Giovani Imprenditori di Unione Industriale Biellese): Stamperia Alicese di Cavaglià e RB Creative di Vigliano Biellese.
Un’idea ambiziosa che diventa realtà grazie all’entusiasmo dei soggetti coinvolti che già stanno lavorando e al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Biella.
Il progetto è in partnership con: Comune di Biella, Biella Città Creativa Unesco, Cittadellarte Fondazione Pistoletto, Accademia Albertina di Torino, Innovaper Impresa Sociale, Gruppo Giovani Imprenditori Unione Industriale Biellese.  
Dopo la presentazione del progetto, sono intervenuti anche partner e sostenitori.
Barbara Greggio ha sottolineato quanto sia positivo che i giovani si impegnino con ambizione e grinta, come avviene con Making Stories, che è un progetto importante e cre-attivo. È un progetto concreto, che punta su una creatività che diventa realtà. Sarà sicuramente bello da raccontare e da esportare.
È poi intervenuto il Segretario regionale di CNA Piemonte Delio Zanzottera, il quale ha iniziato l’intervento sottolineando che è grazie al gruppo dei giovani e alle loro iniziative che ha conosciuto le persone di CNA Biella in passato, con loro ha fatto un percorso importante ed è felice che CNA Biella abbia creduto nella loro valorizzazione. Riguardo a Making Stories, per lui riuscirà nell’impresa di connettere mondi e soggetti differenti, quelle micro imprese che rappresentano il Made in Italy in Italia e nel mondo.
Andrea Quaregna, Direttore della Fondazione Cassa di Risparmio, ha ribadito l’importanza della connessione tra la scuola e il mondo del lavoro, che questo progetto ben rappresenta. Anche lui ha fatto ancora una volta i complimenti a tutto il gruppo.
Infine, il Presidente dei giovani Andrea Valentini ha chiuso la conferenza stampa con un concetto importante: dopo questi mesi difficili, davanti a noi abbiamo una nuova stagione, un’opportunità.
Making Stories vuole essere un segno orgogliosamente distintivo e tutto il gruppo vuole raccontarlo attraverso diverse realtà, perché la pluralità è una ricchezza e le diversità hanno un valore inestimabile.
Prima di ringraziare Luca Guzzo, Delio Zanzottera e Gionata Pirali e poi tutti i presenti, ha concluso ribadendo che “il fare imprenditoriale e artigianale è il giusto messaggio da mandare alla comunità”.
Questo è Making Stories: scopri di più sul nostro sito web, presto ci saranno altre novità!
La Conferenza Stampa sul sito di CNA Biella

Don Marco ci scrive. La lettera settimanale del nostro Direttore.

Carissimi/e, vi propongo allora qualche riga prendendo spunto dall'ultima lettera del Rettor Maggiore che per la famiglia salesiana è la presenza di don Bosco oggi. In quella lettera riprende le linee programmatiche del Capitolo generale della congregazione e qui vorrei soffermarmi sulla numero 3 "La pedagogia della bontà. Vivere il sacramento salesiano della presenza". La lettera, rivolta ai salesiani, ha spunti interessanti anche per i laici. Tra le altre cose il Rettor Maggiore dice:" Il Papa ci ha parlato della «opzione Valdocco» e del «carisma della presenza», che umilmente mi permetto di chiamare sacramento salesiano della presenza, perché – ne sono convinto – si tratta per noi di un “luogo teologico” di incontro con Dio attraverso la nostra presenza in mezzo ai giovani. Ebbene, il Santo Padre ci dice che «prima delle cose da fare, il salesiano è il ricordo vivente di una presenza dove disponibilità, ascolto, gioia e dedizione sono le note essenziali per risvegliare i processi. Questo vivere la presenza fra i giovani lo possiamo vivere anche a Vigliano a partire soprattutto dai momenti informali e lo possiamo fare tutti, salesiani e laici senza distinzioni di ruoli e di età, nei momenti diversi della giornata, dallo stare in segreteria all'assistere in pausa pranzo, dal misurare la temperatura all'ingresso, al condividere lo stesso locale per la mensa. Anche momenti apparentemente " banali" come il tempo dell'ingresso al mattino possono essere l'occasione per vivere il "sacramento salesiano della presenza".  .Continuando in quella lettera il Rettor Maggiore dice ancora:" Quando dico “sacramento salesiano della presenza”, non mi riferisco solo all’essere fisicamente presente – cosa che ritengo in ogni caso necessaria – e nemmeno all’avere ed esercitare una simpatia naturale o coltivata e colta (che è anche necessaria), ma soprattutto al fatto di vivere questa presenza gentile e dolce come elemento essenziale della nostra spiritualità. L’affetto, la delicatezza, la gentilezza, “l’amorevolezza” – parola italiana che riassume tutto questo in una sola espressione – è, soprattutto, un segno dell’amore di Dio per i giovani attraverso la nostra persona. È il frutto della carità pastorale, è l’amore autentico e vero dell’educatore che è amico, fratello, padre, è l’amore che si manifesta nella presenza con un vero clima familiare, nella generosità del servizio e del sacrificio a favore dei nostri ragazzi e giovani. È una presenza che si concretizza nell’ascolto attento e paziente, nella padronanza di noi stessi e anche nei nostri sforzi per non rovinare mai in un momento ciò che si sta costruendo con tanta fatica. È l’espressione di una vera mistica e spiritualità salesiana: il contenuto di queste due parole non deve spaventarci. È certamente un mezzo e una via magnifica per l’educazione e l’evangelizzazione dei giovani. La presenza salesiana in mezzo ai giovani non è complicata, non è rigida. Accettiamo di interessarci a ciò che interessa loro; siamo felici che essi possano esprimersi in modo spontaneo, essendo se stessi. La nostra è una presenza affettiva ed efficace (e non solo a parole), una presenza da educatore e da amico, che sa essere vicino, che sa parlare al cuore in modo personale e unico. " Contemporaneamente c'è tutto l'aspetto della didattica, dello stare in classe o in laboratorio dove vivere questo essere PRESENZA  e questo si deve accompagnare al resto. Non sarà sempre facile, non sarà scontato, non troveremo sempre immediata corrispondenza nei ragazzi,  ma è ciò che fa la differenza e costruisce un ambiente educativo salesiano. Molti di noi hanno presenti figure di salesiani, di formatori, di educatori che hanno vissuto questo essere PRESENZA  forse il loro ricordo può parlare a noi in modo più efficace di queste semplici righe. Proviamo a ricordarli... buona domenica e....buona settimana. Don Marco
https://vigliano.cnosfap.net/wp-content/themes/twentyeleven