Un nuovo anno e un anno nuovo

Ogni anno c’è un 3 settembre e ogni anno c’è un nuovo inizio. Questo 3 settembre e questo nuovo inizio di anno per il CNOS FAP di Vigliano Biellese è diverso da tutti gli altri. Quello che si apre è un anno ricco di novità a cominciare dal rientro nella sede del Biellese Orientale del Centro di Muzzano. I 100 allievi provenienti della sede della Valle Elvo nei prossimi giorni saranno infatti accolti nella sede storica del CNOS FAP in via Libertà, 13 a Vigliano Biellese e si sommeranno agli oltre 150 allievi della sede viglianese dando così corpo ad una comunità formativa di oltre 250 giovani tra i 14 e i 24 anni e quaranta tra formatori, educatori e personale di segreteria e amministrativo cui nei prossimi mesi si aggiungeranno gli adulti che frequenteranno i corsi di formazione e di aggiornamento professionale. Questa prima grande novità ne porta con sé altre ugualmente significative per il sistema della formazione professionale biellese e per il territorio intero. Sono infatti 3 i nuovi laboratori che verranno offerti ai giovani e alle imprese. Il primo laboratorio sorgerà nel plesso “ex Euronova” ed ospiterà il settore “Energetico”, nuovo fiore all’occhiello della formazione professionale salesiana che assorbirà il tradizionale settore termoidraulico aprendosi però al grande orizzonte delle energie rinnovabili, del risparmio energetico e delle fonti alternative. Una grande opportunità per il futuro lavorativo di tanti giovani e per le imprese del nostro territorio. Il secondo laboratorio i cui lavori di ristrutturazione si sono conclusi in questi giorni accoglierà il settore del benessere. Le allieve e gli allievi future acconciatrici e acconciatori svilupperanno il loro percorso formativo in ambienti nuovi e pensati per agevolare al massimo il loro apprendimento. Le novità non riguardano però solo i settori provenienti dal Centro della Valle Elvo ma anche i settori tradizionalmente ospitati nella sede Viglianese. In particolare in questi giorni è stata installata una nuova “stazione di lavoro” Akira Seiki Performa V2.5 xp, una macchina a controllo numerico di ultimissima generazione con una unità di governo individuata dopo una attenta analisi del mercato in ascolto delle imprese. Al termine del percorso triennale gli allievi potranno dunque offrirsi al mercato dopo essersi formati su uno strumento utilizzato dalla stragrande maggioranza delle imprese risultando così risorse immediatamente spendibili nel mercato del lavoro. Anche il settore “Elettrico” dopo un’estate di formazione dei docenti e di investimenti strumentali offrirà agli allievi nuove e interessanti prospettive nell’ambito soprattutto della domotica proseguendo e capitalizzando l’esperienza di questi anni dove il settore elettrico si è impegnato nella didattica impiegando gli iPad. Gli interventi sui settori e nei laboratori hanno consentito di garantire una diversa modulazione degli spazi di cui ha beneficiato anche il settore della saldocarpenteria che, grazie ad una riorganizzazione del layout del laboratorio, garantirà una migliore fruibilità degli ambienti tutto a vantaggio della costruzione di un metodo di lavoro che gli allievi, al termine del percorso biennale, potranno applicare nel mondo del lavoro divenendo così opportunità per un mondo, quello delle imprese, che chiede competenze e velocità. Ai nastri di partenza insieme anche agli allievi dei corsi biennali e triennali ci saranno anche gli allievi del quarto anno che anche quest’anno consentirà ad una ventina di giovani biellesi di conseguire il Diploma Professionale di Tecnico per la conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati. Il percorso, della durata di 990 ore porterà gli allievi ad acquisire competenze specialistiche in una vera alternanza con le aziende nelle quali trascorreranno più della metà del tempo. Ci sono giorni uguali a tutti gli altri giorni ed inizi identici a tanti altri inizi. Quello di quest’anno, per il CNOS FAP di Vigliano Biellese, è un inizio diverso da ogni altro inizio e consentirà a formatori ed allievi di camminare lungo un percorso nuovo ma che poggia sulle fondamenta robuste di una realtà che nasce dal cuore e della mente di San Giovanni Bosco e che vuole, oggi come ieri, offrire ai giovani, alle famiglie e alle imprese la ricchezza della sua storia e del suo entusiasmo.
Be Sociable, Share!

Il Quarto anno dei 40 anni

Giovedì 28 giugno, proprio nel giorno in cui Cnos Fap Regione Piemonte festeggiava i 40 anni di attività, si è concluso il corso di diploma per Tecnico per la Conduzione e Manutenzione di Impainti Automatizzati. Tutti e 15 gli allievi iscritti hanno superato con successo l'esame finale e hanno ricevuto i complimenti della commissione per l'ottima preparazione. Grazie ai formatori e alle aziende che hanno seguito i ragazzi nel percorso di alternanza scuola lavoro e nell'inserimento in apprendistato.

Il gruppo al termine dell'esame, con i formatori dell'area tecnica

Be Sociable, Share!

SESSANTA NUOVI QUALIFICATI AL CNOS FAP

Presso il nostro centro di Vigliano si sono conclusi con l’esame finale i corsi triennali e biennali di qualifica che hanno condotto al raggiungimento dell’agognato traguardo ben 60 giovani. Si tratta degli allievi dei percorsi per Operatore meccanico – Costruzioni su M.U., Operatore meccanico – Saldocarpenteria, Operatore Elettrico, Operatore Edile e Operatore del Benessere – Estetica. La commissione esterna, presieduta da Maria Rita D’Agostini e composta dagli esperti del mondo del lavoro Rosina De Canio, Guido Galassi e Paolo Rolando si è complimentata con gli esaminandi per la buona preparazione e per l’ottima riuscita delle prove. Tutti i percorsi sono stati finanziati dal fondo Sociale Europeo e dalla Regione Piemonte nell’ambito del POR 2014-2020. Tutti i percorsi sono stati finanziati dal fondo Sociale Europeo e dalla Regione Piemonte  Operatore del benessere - Estetica Operatore edile Operatore elettrico Operatore meccanico - Costruzioni su M.U. Operatore meccanico - Saldocarpenteria  
Be Sociable, Share!

Cerimonia di consegna attestati a Muzzano

Come ogni anno il termine dell’anno formativo al CNOS FAP di Muzzano, il Centro di Formazione Salesiano nella Valle Elvo, è occasione di festa e momento per “ritornare” sui momenti più importanti dell’anno che allievi e formatori hanno trascorso insieme tra lezioni teoriche, esperienze pratiche in laboratorio, visite tecniche, stage e progetti didattici oltre che occasione per riaccogliere gli allievi che l’anno precedente hanno terminato il loro percorso formativo conseguendo loro l’attestato di qualifica o la certificazione finale. Il Direttore dell’Opera Salesiana Don Genesio Tarasco accogliendo gli allievi e le loro famiglie insieme a quanti hanno fatto ritorno al Centro della Valle Elvo per ritirare l’attestato di qualifica ha voluto esprimere il suo compiacimento per le attività svolte nel Centro di Formazione Professionale che bene rappresentano lo stile salesiano e la vocazione salesiana di crescere i giovani accompagnandoli ad essere, secondo il sogno di Don Bosco, “buoni cristiani e onesti cittadini”. Insieme a lui il Direttore del Centro di Formazione di Vigliano e di Muzzano Roberto Battistella, ha voluto ricordare ai neo qualificati ma anche ai ragazzi che ancora la qualifica devono raggiungere l’importanza della formazione continua sottolineando anche come la “Casa di Don Bosco” che li accolti in questi anni sarà sempre luogo pronto a riaccoglierli nel percorso della loro vita professionale e personale. La serata è proseguita fluida tra filmati dell’anno appena concluso, quelli degli anni precedenti per “celebrare” i giovani neo qualificati e quelli dei recenti concorsi nazionali del settore Energia di tutta la Federazione CNOS FAP tenutisi proprio a Muzzano la scorsa settimana intervallati dalle coreografie proposte dalla ragazze del corso per acconciatori. Momento finale è stata la presentazione del progetto 2018. Alla presenza di Domenico Cipolat, referente provinciale di Libera è stato presentato uno stralcio dello spettacolo teatrale che i ragazzi e le ragazze hanno realizzato sul tema della legalità inscenando un vero e proprio processo alla mafia con testimonianze e interrogatori dimostrando come la Formazione Professionale non solo sia in grado di fornire solide basi per confrontarsi con il mondo del lavoro ma sia capace anche di accompagnare i giovani che la scelgono in percorsi culturali ambiziosi. Lungo tutto l’anno infatti i ragazzi hanno acquisito informazioni, testimonianze, si sono cimentati in ricerche che hanno prodotto una grande quantità di materiale che ha consentito la realizzazione di una sceneggiatura che ha riscosso grandi apprezzamenti e che ha già ripagato i giovani studenti oltre che con attestati di stima anche con un viaggio premio a Roma. Proprio durante la serata sono stati conferiti ai cinquanta partecipanti al viaggio gli attestati provenienti direttamente dalla Camera dei Deputati a ricordo del loro passaggio nei luoghi simbolo delle nostre istituzioni repubblicane. Protagonisti della serata sono stati soprattutto i ragazzi che hanno ricevuto gli attestati al termine dei percorsi formativi dello scorso anno. Hanno ricevuto la Qualifica Professionale di Operatore del Benessere Acconciatore: Alberti Manuel, Bertocco Benedetta, Chiaverina Laura, Dervishi Sarah, Di Donato Priscilla, Givonetti Alessandra, Guariento Rebecca, Lunardi Linda, Morelli Nicole, Munaretto Giulia, Negro Pet Alice, Pezzin Giulia, Pracca Martina, Rusu Daiana Iuliana, Saggia Giorgia, Schiavone Rosa, Toninello Elisa.

i "termoidraulici" 2017-18

Gli allievi che hanno conseguito la Qualifica Professionale in Operatore di Impianti Termidraulici sono stati: Bertinetti Andrea, Boukssim Ayoub, Cozza Italo, Delfino Domenico Nico, Di Francesco Samuel, Fina' Daniele, Maffeo Nicholas, Muscas Gabriele, Perone Daniel, RomanoSimone, Rosazza Alessio, Rusta Gabriele, Toeschi Mattia( Hanno frequentato il corso Accompagnamento ala Scelta Professionale con indirizzo Carrozzeria conseguendo la Certificazione di Frequenza con Profitto gli allievi: Baratella Lorenzo, Bono Antonino, Caballero Jose Alberto, Condercuri Giuseppe, Ferrari Matteo, Khallafi Mohamed, Lechqer Youssef, Pozzo Andrea, Ragba Ilias, Toppi Gabriele, Viero Stefano. La serata si è conclusa con il ricco buffet offerto dai formatori del Centro Muzzanese che ha consentito di vivere quello spirito di famiglia tanto caro al mondo salesiano. (a cura di Stefano Ceffa, coordinatore della sede di Muzzano)      
Be Sociable, Share!

Premiati i vincitori del Concorso Nazionale nel Settore Energia

Si è tenuta venerdì 18 maggio nella prestigiosa cornice di Palazzo Gromo Losa nel borgo storico del Piazzo la cerimonia di premiazione del XII concorso Nazionale del settore Energia promosso dalla Federazione Nazionale CNOS FAP. A primeggiare è stato Lorenzo Fioraso, di Bardolino, seguito al secondo posto da Matteo Ramondetti, di Vigliano. Terzo classificato è stato il vercellese Youssef Eddelloufi. «L’asticella era molto alta – commenta Ivano Camperi Segretario Nazionale del Settore Energia – ma i ragazzi sono stati bravissimi a gestire l’emozione realizzando impianti con un buono, in alcuni casi, ottimo livello di qualità. Raccontare poi a chi ha progettato e costruito le tecnologie impiegate nel concorso il lavoro realizzato è stato un ulteriore ostacolo che reso ancor più difficile il lavoro dei concorrenti ma che ha al contempo dimostrato le loro capacità e il livello della loro formazione». Alla premiazione di venerdì erano presenti il Direttore dell’Opera Salesiana Don Genesio Tarasco e il Direttore del Centro di Formazione Professionale di Muzzano e di Vigliano Biellese Roberto Battistella. La cerimonia è stata impreziosita dalla presenza di Sua Eccellenza il Prefetto di Biella Annunziata Gallo che con la consueta passione si è rivolta ai giovani spronandoli a crescere nella conoscenza consapevoli di come il lavoro sia elemento fondante la nostra convivenza civile. Altrettanto apprezzato e accolto con grande simpatia è stato l’intervento del Consigliere Regionale Vittorio Barazzotto il quale, dopo aver portato il saluto dell’Assessore Gianna Pentenero ha ricordato ai ragazzi come i giovani che oggi iniziano un percorso scolastico faranno un lavoro che probabilmente ancora non esiste ma la ricchezza della formazione professionale di qualità sta proprio nell’essere pronti a queste novità grazie anche al lavoro straordinario di CNOS FAP che coinvolgendo le imprese leader consente di essere pronti alle novità e alle sollecitazioni del mercato. Particolarmente gradito è stato il saluto del Sindaco di Biella Marco Cavicchioli che ha riflettuto sull’importanza dell’ambiente e dell’innovazione e del Sindaco di Muzzano Roberto Favario sempre vicino e presente alle attività del Centro di Muzzano. La cerimonia di premiazione è divenuta, dopo i saluti delle autorità una vera e propria “Lectio Magistralis” grazie agli interventi delle associazioni di categoria che hanno, dall’alto della loro esperienza, portato a riflettere sulle tendenze del mercato del lavoro e sulle qualità richieste ad un giovane che ambisca ad una occupazione di qualità. Sono stati questi i contenuti delle testimonianze di Giuliano Beduglio, in rappresentanza di CNA, e del Presidente di Confartigianato, Cristiano Gatti. Protagoniste sono state anche le imprese rappresentate dai loro vertici territoriali che hanno tenuto un vero e proprio seminario tematico nei settori loro propri. Per Bosch era presente Sandro Converso, Schneider Electric era rappresentata da Gianfranco Mereu, Giacomini Water E-Motion vedeva la presenza di Andrea Romponi, Calogero Sabatino ha rappresentato Grundofs mentre per il Gruppo IIS Istituto Italiano della Saldatura era presente Egidio Birello. Appassionati e ricchi di stimoli i loro interventi e straordinario il loro contributo come sottolineato dal Direttore Nazionale per l’Offerta Formativa di CNOS FAP, Don Pietro Mellano che ha più volte rimarcato l’importanza di queste collaborazioni e lo straordinario valore aggiunto dell’esperienza delle aziende anche dentro i percorsi formativi. A rendere speciale l’evento durato tutta la settimana è stato anche il contributo del territorio biellese. Lauretana ha infatti offerto l’acquee che ha accompagnato i ragazzi per tutta la settimana a pranzo e a cena e lungo la giornata. S.I.R.A. Srl Idrotermosanitari è stata partner tecnico insieme a Cizeta mentre il Caseificio Valle Elvo ha deliziato i palati degli ospiti durante il rinfresco conclusivo. Al termine della settimana è stata evidente la soddisfazione del Direttore Nazionale Don Mellano che ha espresso il compiacimento per l’esperienza annotando che “i nostri allievi, in questa occasione ma anche nelle normali attività di laboratorio hanno avuto la fortuna di lavorare con strumenti e apparecchiature che gli stessi operatori del settore potranno utilizzare nei prossimi mesi. Questa opportunità è fuor di dubbio un privilegio per questi ragazzi che sono arrivati alla fine del loro percorso formativo e che tra qualche settimana, dopo aver sostenuto l'esame finale, saranno pronti per affrontare il mondo del lavoro. Di questo” conclude Don Mellano “ dobbiamo essere grati alle imprese che operano al nostro fianco e ai nostri formatori che con un aggiornamento continuo consentono ai ragazzi che si affidano alla nostra formazione di acquisire competenze al passo con i tempi”. Si conclude così un’esperienza entusiasmante per la federazione CNOS FAP, per il Centro di Muzzano e per i giovani che hanno dato vita ad un concorso nazionale che rimarrà certo nella memoria del mondo salesiano. Un grazie di cuore al motore di questo momento: Ivano Camperi per l’abnegazione con cui accompagna, da mesi, questo evento che grazie alla sua passione e meticolosità ha raggiunto i risultati attesi. Un analogo encomio va espresso per i formatori di Vigliano e Muzzano Diego Bovolenta, attentissimo a seguire il percorso elettrico e Simone Contro, vero padrone di casa, che per una settimana ha vissuto a stretto contatto con i ragazzi moltiplicandosi per soddisfare le esigenze di ciascuno durante le prove e nei momenti di svago.
Be Sociable, Share!

FORMAZIONE ED ENERGIA – Al via il XII Concorso Nazionale nel Settore Energia

Una formazione professionale aperta, competitiva, capace di rispondere alle esigenze del mercato ma anche pronta a misurarsi con sé stessa, è questa l’idea che l’associazione Cnos Fap, la Formazione Professionale Salesiana, intende proporre ai giovani e alle imprese. Da dodici anni, al termine dei percorsi formativi e prima degli esami finali, allievi selezionati provenienti da ogni parte d’Italia si danno appuntamento in un luogo diverso per dimostrare le loro capacità nelle differenti famiglie professionali: dalla meccanica, alla gastronomia, dalla grafica, all’energia.   Per la prima, volta quest’anno, il Biellese accoglierà un gruppo di giovani studenti provenienti da svariate regioni italiane che per una settimana si sfideranno per decretare l’allievo più preparato nel settore dell’Energia. Dal 15 maggio giungeranno a Muzzano gli allievi accompagnati dai rispettivi formatori. Futuri idraulici e futuri elettricisti vivranno insieme per 3 giorni ospiti della Casa Salesiana della Valle Elvo nei quali non solo avranno modo di dimostrare e loro capacità ma avranno modo anche di conoscere il nostro territorio coltivando nuove amicizie e aprendosi sempre di più al mondo.   Nei laboratori del Cnos Fap di Muzzano, tra prove teoriche ed esercitazioni pratiche, i giovani del Cnos Fap dovranno realizzare un “Impianto di riscaldamento e raffrescamento completamente gestito da PLC ed alimentato da una pompa di calore”. Venerdì 18 maggio alle 10 a Palazzo Gromo Losa al Piazzo si terranno le premiazioni alla presenza delle autorità cittadine e provinciali nonché dei nostri rappresentanti nel Parlamento della Repubblica e nel Consiglio Regionale, dei rappresentanti del mondo dell’impresa, del lavoro, dell’artigianato nonché dei ragazzi e delle ragazze del Centro di Formazione Cnos Fap di Muzzano.   «Esprimiamo vivo compiacimento», riferisce Roberto Battistella, Direttore dei Centri di Formazione Professionale Cnos Fap Regione Piemonte di Vigliano Biellese e di Muzzano, «per l’opportunità che la Federazione Nazionale Cnos Fap offre ai nostri Centri di Muzzano e Vigliano di ospitare il dodicesimo concorso nazionale dei CFP Salesiani d’Italia. I nostri centri biellesi offrono da anni una qualificata offerta formativa nel settore Energia sia nell’ambito termoidraulico che in quello dell’impiantistica elettrica civile ed industriale. In questi ultimi anni abbiamo cercato di proporre percorsi formativi sempre più adeguati alle richieste del mercato. Il mondo dell’energia è mutato in modo velocissimo, le nuove fonti energetiche, il grande tema delle energie rinnovabili, un’idea nuova di abitare hanno mutato significativamente i bisogni del mercato offrendo nuovi spazi per l’impresa e chiedendo tecnici ed operatori preparati.   La Federazione Cnos Fap – prosegue – nutre l’ambizione di parlare ad un mondo in continuo mutamento proseguendo nella sua vocazione naturale che è quella indicata da San Giovanni Bosco di formare buoni cristiani ed onesti cittadini consapevole come è da sempre che i valori profondi del cristianesimo accompagnati a quelli di una cittadinanza responsabile e consapevole sono al contempo elementi identitari ma anche strumenti per garantire quelle professionalità e quelle capacità che attraverso il lavoro possono rendere le vite delle persone effettivamente libere e dignitose».   «Un grazie sentitissimo – aggiunge Simone Contro, formatore del Cnos Fap di Muzzano e curatore del Concorso Nazionale – a chi ci ha sostenuto in questo percorso: la Provincia di Biella, la Città di Biella, il Comune di Muzzano, CNA Biella, Confartigianato Biella e ai partner che con il loro contributo ci consentono di misurarci con strumenti e tecnologie all’avanguardia. Grazie allora a Bosch, Giacomini water emotion, Grundfos, Schneider Eletric, Gruppo IIS Istituto Italiano della Saldatura, Alternanza Scuola-Lavoro e grazie anche alle realtà del nostro territorio che sono al nostro fianco sostenendoci in questa come in altre iniziative. Grazie dunque a Cizeta, a S.I.R.A. Idrotermosanitari srl, a Lauretana e al Caseificio Valle Elvo».  
Be Sociable, Share!

CNOS-FAP DI MUZZANO PER LA LEGALITA’

«L'omertà va di pari passo con la mafia»

Riportiamo uno stralcio dell'articolo scritto da Donata Belossi è pubblicato su "il Biellese" del 27 marzo 2018 in occasione dell'intervista alla Senatrice Albano durante il lavoro di ricerca sulle "Mafie" svolto dai ragazzi di Termoidraulica e degli Acconciatori del nostro CFP.

Scrive la Belossi: "Il viaggio degli studenti del CNOS-FAP di Muzzano, iniziato due anni fa attorno al mondo delle migrazioni, naviga quest'anno nel mare mosso e pericoloso della legalità. Venerdì gli studenti hanno raccolto a Muzzano la testimonianza della senatrice Donatella Albano, membro della Commissione antimafia e destinataria, quando era consigliere comunale a Bordighera, delle minacce della 'drangheta.... I ragazzi stanno leggendo libri sulle mafie, hanno visto film d'autore, consultato i testi legislativi, dal codice antimafia al nuovo codice degli appalti, hanno partecipato alla Giornata contro le mafie a Saluzzo...
In questi mesi gli studenti hanno incontrato, oltre alla senatrice Albano, il critico cinematografico Italo Spada, Domenico Cipolat di Libera, il prefetto di Biella, la testimone di giustizia Piera Aiello. Il viaggio proseguirà nelle prossime settimane con Diego Sarno e con altri testimoni privilegiati come Nando Dalla Chiesa e Mario Congiusta, il padre del giovane commerciante ucciso a Siderno dalla 'ndragheta."
Questo a testimonianza del lavoro educativo che si svolge nei CFP del CNOS-FAP in cui i temi sociali e la cultarali sono coniugati strettamente con il mondo del lavoro.
Be Sociable, Share!

Il bene fatto bene

Lunedì 26 marzo, grazie alla sensibilità e alla generosità degli allievi e dei formatori, una piccola delegazione del Centro Cnos Fap di Vigliano ha consegnato ai responsabili della mensa di condivisione "Il Pane Quotidiano" un quantitativo di cibo sufficiente per la preparazione di circa cento pasti e altre derrate che verranno destinate agli empori che la Caritas diocesana ha attivato per andare incontro alle necessità di famiglie bisognose. Si tratta certamente di un piccolo gesto in rapporto alle sempre crescenti necessità di chi ha meno di noi, ma crediamo che sia l'inizio di un percorso di sensibilizzazione che ci porterà ad essere più vicini a chi ha bisogno del nostro aiuto.

Tre nostri allievi con Pino Grigoli, uno dei responsabili della mensa di condivisione

Be Sociable, Share!

Al CFP di Muzzano: un percorso social per affrontare il tema della legalità a scuola

Nell’edizione del biellese de LA STAMPA di Martedì 13 Febbraio è apparsa la seguente notizia circa l’iniziativa social del corso di termoidraulica e acconciatura dell’Istituto salesiano Cnos Fap di Muzzano che si impegnerà, a cadenza settimanale, nella pubblicazione smart di recensioni di libri tesa all’approfondimento sul tema della legalità. Un modo per avvicinare il mondo dei giovani always connected a pagine di storia contemporanea.

Progetto del CNOS- FAP

Gli eroi che hanno combattuto la mafia diventano materia di studio a Muzzano

Un percorso destinato a conoscere e comprendere al meglio l’importanza della legalità attraverso la lettura di libri e le interviste a personaggi che hanno lottato contro ogni tipo di mafia. E’ il lavoro che stanno portando avanti i ragazzi che frequentano il corso di termoidraulica e acconciatura dell’Istituto salesiano Cnos Fap di Muzzano. Da oggi, sulla pagina Facebook della scuola, ogni settimana gli studenti presenteranno un libro inerente al tema della legalità.
«Quest’anno insieme ai nostri studenti abbiamo dato vita ad un progetto molto importante – spiega il professore Stefano Ceffa -. La seconda termoidraulica ha approfondito le biografie di alcune vittime innocenti delle mafie da Paolo Borsellino a Carlo Alberto dalla Chiesa. La seconda acconciatori sta invece lavorando su alcuni eventi storici del ‘900 che hanno segnato la nostra comunità nazionale, dagli attentati di Roma e Firenze agli arresti eccellenti dei capi di “Cosa Nostra”. La terza infine, ha prodotto delle relazioni sui profili di chi, ancor oggi, rischiando di non poter più vedere le proprie famiglie, continua a combattere la criminalità».
La prossima recensione che verrà pubblicata sulla pagina Facebook è stata affidata a Cristian Voltarel, studente del secondo anno del corso di termoidraulica, che analizzerà il libro Gomorra di Roberto Saviano. «Grazie a questo progetto abbiamo avuto la possibilità di arricchire il nostro bagaglio di conoscenze – spiega Voltarel -. Quest’idea è stata sviluppata insieme ai nostri compagni delle altre classi: un’esperienza importante che non ci ha lasciato di certo indifferenti».
I ragazzi, il prossimo 21 marzo, in collaborazione con LiberaBiella, parteciperanno alla giornata in memoria delle vittime innocenti delle mafie a Saluzzo. Inoltre, grazie a un regalo da parte di una benefattrice, ad aprile andranno a Roma, dove saranno attesi alla Camera e al Senato in visita.
Be Sociable, Share!